Bolgheri superiore: risultati

Ecco l’elenco dei sette vini, nell’ordine in cui sono stati serviti nella ricognizione di febbraio. L’assaggio dei campioni è avvenuto alla cieca, e l’ordine delle bottiglie era casuale, sorteggiato al momento. I vini erano tutti della vendemmia 2010, eccettuato uno servito per primo.

Questa è stata la valutazione soggettiva così come espressa dai presenti:

La classifica è basata sulla Preferenza totale (ranking), ed è seguita dalla indicazione del numero di volte in cui il vino è stato classificato primo o ultimo (I°/VII°) sempre per preferenza, e dalla media della valutazione di  Gradimento. Per quanto riguarda gli obiettivi della degustazione e le informazioni iniziali fornite ai partecipanti sui vini si veda più sotto.

Elementi caratteristici di questi risultati sono stati, come già detto qui sotto, l’affermazione netta del Sassicaia (unico vino sopra i 75 punti, molto raro); il risultato ravvicinatissimo dei due vini di Tenuta dell’Orenallaia, con Le Serre Nuove a contendere il primato del gran vin della casa, l’Ornellaia; il non essere giunto ultimo del Varvarà, unico “plebeo tra i nobili” che riesce persino a superare l’Argentiera; e la bassa preferenza ottenuta da quest’ultimo a fronte della sua fascia di prezzo. Quattro vini sono andati oltre il 50% di preferenza totale, di cui, come detto, solo uno oltre il 75%.

I dati sul gradimento sono assolutamente coerenti con le preferenze, e registrano un “great!” per il Sassicaia, risultato questo rarissimo.

obiettivi della degustazione: ricognizione della denominazione Bolgheri nell’annata 2010; impressioni sul taglio bordolese in Maremma; confronto tra i classici (Sassicaia ed Ornellaia) ed alcuni altri solidi concorrenti; esplorazione di una notevole escursione di prezzi (1:10 circa); valutazione della preferenza relativa e del gradimento assoluto dei vini, anche in confronto con le precedenti degustazioni alla cieca; conferma delle aspettative indotte da fama e prezzo; confronto interno di alcuni grand vin coi corrispettivi second vin.

informazioni fornite ai partecipanti: alcune aziende, alcuni dei vini presenti, l’annata di tutti, e di nessuno l’ordine di servizio.

vitigni: Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc, Syrah, Petit Verdot. Sangiovese.

produttori: Tenuta S. Guido, Tenuta dell’Ornellaia, Castello di Bolgheri, Tenuta Argentiera, M. Satta.

annate: 2010, (2011)

This entry was posted in risultati and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.