Mercanti di Vino XII – rossi italiani da autoctoni: risultati

Ecco l’elenco dei sette vini, nell’ordine in cui sono stati serviti nella degustazione del 29 gennaio. L’assaggio dei campioni è avvenuto alla cieca, l’ordine delle bottiglie era casuale, perché sorteggiato al momento, come sempre per la formula Mercanti di Vino.

Informazioni fornite: i partecipanti sapevano unicamente di assaggiare sette vini rossi italiani, da vitigni autoctoni, monovarietali o comunque varietali (i.e. con un vitigno a forte prevalenza) e tutti provenienti da una stessa area geografica. L’informazione che provenivano tutti da una regione, la Puglia, è stata quindi fornita solo dopo la valutazione, al momento della “scoperta” delle bottiglie.

Questa è stata la valutazione soggettiva espressa dai partecipanti. La classifica è basata sulla Preferenza totale (ranking), seguita dalla indicazione del numero di volte in cui il vino è stato classificato primo o ultimo (I°/VII°) per preferenza, e dalla media della valutazione di  Gradimento:

Come si può vedere in questa degustazione il vino che ha prevalso nella classifica di preferenza, ha dominato anche nelle altre due (gradimento e primo/ultimo). In questa degustazione la distanza tra il primo valutato ed il secondo è stata minima, poco più di un punto percentuale; nessun vino ha superato la barriera del 75% nelle valutazioni di preferenza, e più di metà dei vini (4 su 7) sono stati valutati oltre il 50%.

N.B. il vino servito per primo (Vallone “Vigna Flaminio”) sembrava precocemente ossidato, avendo questo sospetto, e per consentirne una corretta valutazione, ho chiesto la sostituzione della bottiglia, che ho fatto poi servire a degustazione cocnlusa, per permetterne un secondo assaggio, più corretto e rappresentativo. I dati pubblicati qui, però, si riferiscono e si limitano alla prima bottiglia servita.

Il punteggio di preferenza è un indice espresso in punti centesimali, per renderne più immediata la comprensione, e permettere la comparazione coi risultati delle precedenti edizioni. Secondo questa scala, un vino valutato da tutti i partecipanti come “primo preferito” otterrà 100 punti su 100; un vino valutato da tutti come “ultimo preferito” otterrà 0 punti su 100.

Il punteggio I°/VII° indica quante volte un vino è stato valutato primo/ultimo nella valutazione di preferenza.

Il punteggio di gradimento (media) è invece espresso in modo descrittivo, e volutamente sintetico, mediante la scala: bad / ok- / ok / ok+/good- / good / good+ / great!.

This entry was posted in risultati and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.