Aglianico del Vulture: risultati

Ecco l’elenco dei vini, nell’ordine in cui sono stati serviti; l’ordine era casuale, salvo le posizioni estreme, e la degustazione avveniva alla cieca.

Tutti i vini appartenevano alla DO Aglianico del Vulture, ad eccezione ovviamente dell'”intruso”: una riserva di Barolo di Cavallotto.

– l’avvoltoio ad ali spiegate -

Questa è invece la classifica basata sulla Preferenza totale (ranking), così come è risultata dalla valutazione dei partecipanti, seguita dalla indicazione del numero di volte che un vino è stato classificato primo o ultimo, per preferenza, ed infine la media della valutazione di  Gradimento:

La valutazione primo/ultimo è interessante perché permette di capire quale sarebbe stato il risultato, qualora ciascun partecipante avesse avuto un solo voto di preferenza (come il giurato di un concorso cinematografico, per esempio) e per quale motivo l’attuale valutazione di Preferenza, che somma le valutazioni di tutti i partecipanti per tutti i vini, sia assolutamente preferibile. Questa degustazione è un caso in cui si può osservare la differenza dei due sistemi di voto.

Per questa ragione, come sempre, ai fini della classifica finale, rileva il solo punteggio di Preferenza che oltre ad essere più attendibile e granulare, non risente della differenza di metro di giudizio dei partecipanti. In caso di ex-aequo viene indicato prima il vino con la minore varianza, ritenendo la sua valutazione quella espressa con maggiore accordo tra i partecipanti.

Il punteggio di preferenza è un indice espresso in punti centesimali, per renderne più immediata la comprensione, e permettere la comparazione coi risultati delle precedenti edizioni. Secondo questa scala, un vino valutato da tutti i partecipanti come “primo preferito” otterrà 100 punti su 100; un vino valutato da tutti come “ultimo preferito” otterrà 0 punti su 100.

Il punteggio I°/VII° indica quante volte un vino è stato valutato primo/ultimo nella valutazione di preferenza.

Il punteggio di gradimento (media) è invece espresso in modo descrittivo e volutamente sintetico, mediante la scala: bad / ok- / ok / ok+/good- / good / good+ / great!.

This entry was posted in degustazioni, risultati and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.