Fiano di Avellino: ricognizione

Apianis apes dedere cognomen, praecipue earum avidae.

Il fitto mese di ottobre, si concluderà con una degustazione di bianchi, tornando nuovamente agli autoctoni italiani e stavolta ai maggiori, o meglio sarebbe dire majores. Questa volta assaggeremo uno dei più grandi vitigni italiani a bacca bianca, il Fiano, qui espresso nel suo territorio di origine ed elezione, con qualche piccolo sconfinamento (piccolo sì, ma non “minutolo”!).

– vitis apiana -

La formula è ancora quella della ricognizione, per permettere la migliore osservazione possibile dei caratteri varietali e territoriali di questa straordinario, antichissimo vino in purezza.

L’orario – come deciso – ritorna ad essere quelle delle 19:15;  il luogo quello consueto: la sala riservata del Trimani Wine Bar. I vini in degustazione saranno 6+1, i posti disponibili 15.

This entry was posted in degustazioni and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.