Mercanti di Vino III – heatmap

Ho trovato finalmente un modo soddisfacente di pubblicare tutta l’informazione relativa a come hanno valutato i vini i partecianti, tutti le singole valutazioni cioè, senza sommergervi sotto una sbrodolata di numeri.

Questa informazione integra quelle sintetiche (totali e medie), è forse più accessibile delle alternative consuete (varianza, deviazione standard etc.) ed oltretutto è bella da vedere, anche se dubito che garantirà all’autore un posto nell’arte post-moderna.
Magari però qualche bella piastrella se ne potrà comunque ricavare!

Ecco quindi tutti i voti dei giocatori come mappa di calore (heatmap): tanto più denso/scuro il colre tanto maggiore/migliore la valutazione. Sulle colonne i singoli vini, sulle righe i singoli giocatori. I vini sono sempre in ordine di servizio (cfr. post precedente), i giocatori in ordine di tavolo a partire dalla mia sinistra.

gradimento

I rettangoli rossi rappresentano i vini maggiormente graditi dai partecipanti, quelli giallo pallido rappresentano i vini meno graditi.

preferenza

I rettangoli più scuri rappresentano i vini valutati come primi nella classifica di preferenza; il giallo più pallido rappresenta i vini valutati come ultimi.

valutazione ad asta

L’istogramma in alto a sinistra rappresenta la distribuzione delle offerte sui vini divise per intervalli di prezzo: 3 offerte oltre i 24€, 5 offerte tra 16€ e 24€, etc.

Nota: le sigle usate per i vini sono: G = Gravina Bianco; FdA = Fiano d’Avellino; T = Timorasso; L = Collesanti Lazio IGT; R = Rebula; VdM = Verdicchio di Matelica.

 

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.